post

L’Arona investe sul proprio futuro e punta sull’Atalanta

E’ fatta!

Oggi il Presidente Portacci ha firmato l’accordo di collaborazione sportiva con affiliazione con l’Atalanta B.C. spa.

La nota società calcistica bergamasca, il cui settore giovanile è un’eccellenza del calcio italiano, sarà coinvolta nel processo di valorizzazione del vivaio aronese. In base all’accordo, l’Atalanta fornirà il proprio know-how per la formazione dei tecnici del settore giovanile dell’Arona, i quali potranno partecipare a corsi di qualificazione presso il centro sportivo “Bortolotti” di Zingonia. L’accordo prevede anche visite di aggiornamento che hanno lo scopo di fornire suggerimenti e linee guida delle attività da svolgersi in ambito giovanile. La collaborazione include anche la possibilità di disputare partite amichevoli o di organizzare manifestazioni sportive fra le squadre dell’attività di base, per i piccoli della scuola calcio. Oltre a ciò, l’ASD Arona calcio è autorizzata a fregiarsi, soltanto per fini promozionali, del logo della prestigiosa società.

L’accordo, intervenuto dopo una serie di trattative, rende orgogliosa la società aronese, che da sempre punta sul settore giovanile. La fiducia nelle possibilità dei propri calciatori è dimostrata anche dalla rosa dei giocatori scelti per la prima squadra per il prossimo campionato di Eccellenza, composta infatti per oltre il cinquanta per cento da ragazzi nati fra il 1997 e il 2001. Come ha detto il Direttore sportivo, Giuliano Cherchi, l’allenatore scelto per la prima squadra, Emiliano Rossini, è uomo di grande esperienza nella gestione dei più giovani. L’intero settore giovanile della società aronese ha già raggiunto prestigiosi risultati; ricordiamo che la Juniores regionale, allenata da Enrico “Chicco” Ragazzoni, vinse due anni fa il proprio girone, e ha mantenuto quest’anno il diritto di giocare ancora nel campionato regionale. A loro si aggiungeranno gli Allievi, sotto la guida di Giuseppe Bruno, e i Giovanissimi sperimentali, affidati a Marco Miradoli, che hanno vinto quest’anno il campionato provinciale.

Un passato che ha radici antiche, per l’Arona calcio, ma un futuro decisamente giovane.

post

ARONA FOOTBALL CAMP: SPORT E DIVERTIMENTO

Arriva l’estate e torna l’Arona Football Camp: un progetto dedicato e pensato per i giovanissimi che vogliono vivere una esperienza intensa ed emozionante. Dal 25 al 30 giugno e poi dal 2 al 7 luglio: scegli quando partecipare.

Un camp estivo di calcio non è un semplice corso di calcio, ma è una vera e propria settimana di vacanza all’insegna del calcio e del divertimento.

Sarà un’esperienza educativa importante e una opportunità di fare nuove amicizie e acquisire maggiore autonomia sia sul campo che nella vita di tutti i giorni.

Ma sarà anche l’occasione per apprendere le nozioni calcistiche e perfezionare le tue abilità tecniche individuali grazie ad una metodologia adeguata alla tua età ed alle tue capacità.

Uno staff tecnico di eccellenza ti trasmetterà la loro passione, entusiasmo e professionalità. Conoscerai i nostri valori, basati sul Fairplay, imparando il rispetto sia per i compagni che per gli avversari.

Il tutto in modo sano e senza egoismo, quindi con un sacco di divertimento!

Il nostro staff di professionisti, ex calciatori ed istruttori qualificati, che curerà e pianificherà la tua settimana è composto da:

VICENTE CASELLA: Attaccante Argentino. Cresciuto nelle giovanili del River Plate, viene convocato nella nazionale B Argentina per una tourneè in Malesia, Singapore ed Indonesia. In quest’ultima nazione si fa notare, tanto da essere ingaggiato dal Persib Bandung, squadra della massima serie oggi di proprietà di Erick Thohir. In quella squadra gioca insieme a Roger Milla e Alberto Kempes, suo connazionale che poi diventerà anche allenatore. Vince il titolo nel 1995. Arriva in Italia in serie B con la Pistoiese e non lascia più il nostro paese che girerà in lungo ed in largo.

Appese le scarpette al chiodo consegue il patentino UEFA-B e diventa referente dei Fiorentina Camp prima e dei Milan Camp poi.

 

LUCA CAVALLO: Centrocampista. Cresce nelle giovanili del Genoa, fa il suo esordio in serie A nel 1993 a Torino. Milita nella massima serie due anni collezionando 26 presenze, poi scende di categoria e colleziona ben 287 presenze nella serie cadetta con Perugia, Genoa, Monza, Ternana Siena, Cagliari e Pescara. Con il Siena vince anche il campionato 2002/2003. Conclude la carriera da giocatore non prima di raccogliere altre soddisfazioni anche in Serie C (play-off con il Taranto e con la SPAL).

Da allenatore comincia con gli Allievi della Virtus Entella, ed ha anche l’occasione di guidare una squadra della serie B greca.

 SORIN MIHAI: Portiere. Con un passato nella Steaua Bucarest diventa preparatore nel difficile ruolo di portiere. Non ha mai davvero smesso di giocare, neanche ora che è referente del Milan Camp.