post

ARONA – DORMELLETTO: INCROCIO PERICOLOSO

Ovviamente non parliamo di circolazione stradale, ma di quello che può significare il prossimo derby, per entrambe le formazioni.

Il Dormelletto è partito bene in questo campionato, anche se i più sembravano scettici su questa squadra, ma poi ha dovuto subire due sconfitte consecutive, peraltro contro Piedimulera e Vigliano, destinate ad occupare stabilmente le zone alte della classifica.

Molto sofferto invece l’avvio dell’Arona, che ha soltanto un punto in classifica e segna con il contagocce.

Per i nostri ragazzi quella di domenica è una partita che ha il sapore di quelle fondamentali. Una di quelle in cui il pari già non è qualcosa da prendere in considerazione.

E davvero, se riguardiamo la partita di Bianzè, c’è tanto di positivo da cui partire: il punto portato a casa è figlio di tanta grinta, voglia ed entusiasmo. E se giocano con la stessa determinazione, la vittoria è alla portata.

FORZA ARONA

post

Una domenica cosi…

…non si può dimenticar (come cantava Gianni Morandi). E speriamo che ne tornino altre così, dato che tutte le squadre in questo weekend sono andate a punti.

L’Under 14, per cominciare, è andata ad espugnare il campo del San Francesco, aprendo il suo campionato con una vittoria per 2-1. Una buona dose di entusiasmo prima della partita contro il fortissimo (e favorito) Suno.

Anche l’Under 15 è reduce da una vittoria corsara: sbancata la Crevolese con un sonoro 7-0 che fa capire che la squadra aronese potrà ambire al ruolo di protagonista del suo girone.

“Solo” un pari per l’Under 16, che impatta in casa con il San Francesco, in una strana giornata dove si contano addirittura sei vittorie fuori casa.

Esordio con tre reti per l’Under 17, che supera agilmente il Trecate e comincia con il piede giusto un campionato alla sua portata.

La Juniores supera in casa il Baveno per 1-0, confermando la buona impressione che aveva fatto già nel primo turno di campionato, nel quale aveva perso di misura con la Biellese.

La prima squadra, infine, ha finalmente sbloccato la sua classifica pareggiando 0-0 a Bianzè. Anche in questa partita si sono messi in luce i giovani prodotti del nostro settore giovanile. Si pensi che la migliore occasione della partita porta la firma di Cima, che ha colpito l’incrocio dei pali.

Insomma, quattro vttorie e due pari in sei partite: un bottino che deve metterci di buon umore e che deve spronarci a dare ancora di più, per raggiungere i traguardi più ambiziosi.

FORZA ARONA

post

Questa è Sparta

Il ko di Santhià sembra non aver lasciato strascichi nella squadra di Mister Fanelli, che sul campo di Cressa, mercoledì sera, ha strapazzato il Dormelletto nellla partita di ritorno del primo turno di coppa.

E’ vero che la coppa è una competizione completamente diversa dal campionato, ma la reazione della squadra è comunque una buona notizia. Così come è una buona notizia la sontuosa prestazione dei “ragazzini terribili” che il mister ha schierato: Lorenzo Bighinzoli, Lorenzo Borriello, Mattia Cima, Simone Ferrari, Alessio Ghiotti e Alessandro Omarini.

Il bottino raccolto dai ragazzi è stato di due splendidi gol, un assist illuminante e soprattutto una gran mole di lavoro di qualità. C’è proprio da leccarsi i baffi in attesa di vederli replicare in campionato.

E’ importante però mettere subito da parte l’euforia e trovare la giusta concentrazione per affrontare il prossimo avversario: lo Sparta Novara.

Anche la squadra novarese ha perso la prima di campionato (in casa contro la neopromossa Vigliano) e ha decisamente voglia di sbloccare subito la classifica, esattamente come lo vogliono i nostri ragazzi.

Al triplice fischio dell’arbitro Mancuso, della sezione di Ivrea, sapremo quale delle due squadre avrà messo, sul terreno di gioco di Cressa, più voglia e più attenzione e potrà quindi festeggiare la prima vittoria in campionato.


post

QUEST’ANNO SI FA LA STORIA

La prossima domenica, con la trasferta di Santhià, si apre la nuova stagione dell’Arona Calcio, che è inevitabilmente destinata ad entrare nella storia, in quanto si concluderà con la celebrazione del centesimo compleanno.

Questo traguardo è stato raggiunto grazie all’opera costante e quotidiana di centinaia di persone (dirigenti, giocatori, staff e tifosi) che si sono succeduti in questo secolo e noi, oggi, portiamo con gioia ed orgoglio il peso dell’eredità di tutti questi sforzi.

Questa stagione parte dalla consapevolezza di dover ricominciare dopo un anno che è stato difficile e pieno di amarezze. Quella passata è stata la decima partecipazione al campionato di eccellenza, e, purtroppo, la peggiore. Il record negativo della stagione 1994/95 (3 vittorie e nove pareggi) è stato battuto in quanto lo scorso anno l’Arona ha “festeggiato” solo per tre vittorie e 7 pari.

Con la rosa messa a disposizione di Mister Fanelli vogliamo metterci alle spalle l’anno passato e pensare al futuro.

E il nostro futuro comincia domenica prossima, con la 26^ partecipazione al campionato di promozione nel quale l’Arona ha giocato 746 partite vincendone 277 (oltre a 227 pari e 252 sconfitte).

Chi quest’anno ha l’occasione di scrivere il suo nome nella storia dell’Arona calcio è Giovanni Vergadoro. Il bomber, tornato a vestire la casacca bianco-azzurra, attualmente occupa l’ottava posizione nella graduatoria di sempre dei marcatori. Vergadoro, infatti, ha alla sua portata il terzo gradino del podio, attualmente appannaggio di Maurizio Marcolli, autore di 47 reti tra il 2008 ed il 2012.

Vergadoro sino ad ora ha segnato 38 reti. La sua serie di marcature si è aperta con una doppietta in trasferta contro il Carpignano il 6 dicembre 2015 e si era interrotta con una tripletta alla Biellese il 22 ottobre 2017.

Durante la preparazione del campionato il bomber è stato limitato da un piccolo infortunio e non sappiamo se sarà della partita già dai primi minuti, ma sappiamo che un bomber di razza come lui, il vizio del gol non lo perde mai!.

FORZA ARONA  

Vergadoro in azione contro la Biellese. Courtesy by aronacalcio.altervista.org