post

Facciamo il punto

Il confronto con la capolista ha segnato una battuta di arresto nella rincorsa dell’Arona verso l’aggancio della posizione in classifica che sancisce la salvezza diretta.

Gli effetti negativi della sconfitta per tre a zero, fortunatamente, sono stati mitigati dal fatto che gli immediati inseguitori (Dormelletto e Bianzè) hanno perso e il Piedimulera ha pareggiato.

Il divario con l’undicesimo posto è aumentato di solo un punto (da 4 a 5) a causa della vittoria del Santhià in casa del Sizzano. Adesso è quest’ultima squadra ad occupare l’ultima posizione utile della classifica e ad assumere la figura della lepre che tutti vogliono raggungere.

La prossima domenica il campionato rimarrà fermo a causa dell’emergenza Coronavirus, e ciò fornisce l’occasione di tracciare un primo bilancio di quanto è successo nelle prime sei giornate del girone di ritorno, almeno per quanto riguarda la corsa verso la salvezza.

La prima cosa che viene da pensare, guardando la classifica, è che ormai può dirsi che la questione salvezza riguarda, al massimo, le squadre dal Santhià in giù. Quindi le ultime otto della classifica.

La classifica delle ultime sei partite, di queste otto squadre, è la seguente: Arona 10 punti, Vogogna 8, Santhià 7, Piedimulera 5, Bianzè, Dormelletto e Sizzano 4, Valduggia 3.

Ciò dimostra che l’Arona attraversa un momento assolutamente positivo ed evidenzia il momento di difficoltà che attraversano Sizzano e Valduggia.

Un’altra cosa da tenere in debita considerazione è che i punti dell’Arona vengono quasi tutti da scontri diretti (tre vittorie e una sconfitta), in quelle partite che, come si dice spesso, valgono doppio.

Nel girone di ritorno sono stati giocati dieci scontri diretti che hanno determinato questi risultati (media punti a partita): Arona 2,25; Bianzè e Vogogna 2; Dormelletto 1,5; Piedimulera 1,33; Santhià 1; Sizzano 0,5; Valduggia 0.

Dove l’Arona dovrà migliorare adesso è nel guadagnare punti nelle partite contro squadre che occupano la prima metà della classifica, dove può, a questo punto, fare davvero la differenza ed agganciare, finalmente, la benedetta undicesima posizione in classifica.

post

Una domenica bestiale

La vittoria al cardiopalma della prima squadra è la classica ciliegina sulla torta. E la torta l’hanno preparata le nostre giovanili, che ci hanno regalato una domenica davvero indimenticabile.

Juniores Regionale: Con una doppietta di Albieri l’Arona espugna il campo del Borgovercelli e scavalca in classifica Alicese e Crescentinese.

Mancano sette partite alla fine del campionato e il vantaggio sulla zona play-out è di 12 (quasi) rassicuranti punti.

La prossima sfida casalinga contro il Bulè Bellinzago vale la possibilità di salire al quinto posto e di continuare a coltivare il sogno di agganciare i play-off, distanti solo sei punti.

Under 17: Vittoria di goleada contro la malcapitata Ornavassese. L’Arona è andata a segno ben sedici volte con nove diversi giocatori.

Quattro gol di Casciana, doppiete di Possamai, Cali, Barisone e Rossi Jacopo, a rete anche Mucchi, Maragliotti, Sacco e Mastromonaco.

L’Arona mantiene la testa della graduatoria e si prepara nel modo migliore per la sfida contro la Cannobiese.

Under 16: Anche gli Under 16 hanno dovuto fare ricorso al pallottoliere per tener il conto dei gol segnati alla Varzese: poker di Rossi, doppietta di Medina, gol di Lancelotti, Peschechera, Negri e Garlatti Costa, per un totale di 10-0 che tiene la nostra squadra attaccata alla capolista.


Under 15: Non hanno voluto essere da meno i nostri giovanissimi che hanno sconfitto 9-0 il Voluntas Suna.

Le triplette di Bodini e Cerri, ed i gol di Palmieri, Temporelli e Trapella confermano la squadra al primo posto in classifica a sette gare dalla fine, con nove punti di vantaggio sulla seconda, che però ha una partita in meno.

Under 14: L’unica sconfitta della giornata arriva dagli Under 14 che perdono 5-0 contro un Suno che comunque era fuori dalla loro portata.

L’andata era finita 14-0 e questo dà l’idea dell’ottima partita giocata dai nostri ragazzi.

Under 15: Con un perentorio 2-0 (reti di Amaro e Cerri) l’Arona regola il S.Francesco e sancisce in modo quasi definitivo la loro uscita dalla corsa per il titolo. Rimane in corsa solo il Fomarco, lontano sei punti ma con una partita da recuperare.


post

La domenica dei nostri ragazzi

Vediamo com’è andata la domenica del nostro settore giovanile.

Juniores Regionale: Il calendario prevedeva un incontro da far tremare i polsi: sul campo dell’Arona si presentava la capolista Cossato. La cosa però non ha impressionato più di tanto i ragazzi di Mister Ragazzoni che sono andati in vantaggio con un bel gol di Ghiotti ed hanno resistito in dieci fino a tre minuti dalla fine quando sono stati raggiunti sul pari anche per via di uuna piccola ingenuità.

L’Arona ora è ottava, ma è più vicina al terzo posto, che dista solo sei punti, che alla zona play-out (+9). Il prossimo incontro di Borgovercelli chiarirà quali ambizioni potrà coltivare la nostra Juniores

Under 17: L’Arona inanella l’ennesima vittoria del suo campionato, sbancando con un perentorio 8-2 il terreno della Voluntas Suna. Il risultato parla chiaro sulla differenza tra le due squadre. divise da ben 32 punti, ma nel primo tempo il risultato è stato incredibilmente in bilico con gli aronesi avanti per 3-2. Prima frazione scoppiettante; l’Arona prende casa nella metà campo della Voluntas e ci prova in tutti i modi a sfondare il fortino granata e al 15’ passa grazie a Mastromonaco che mette in rete dopo una corta respinta del portiere di casa, che non trattiene un tiro di Casciana. L’Arona raddoppia cinque minuti dopo con Bovi che, dopo scambio volante con Casciana, mette in rete in una porta rimasta sguarnita per un uscita inopinata del portiere di casa. La Voluntas si affida a contropiede e lanci lunghi e da un’azione di questo tipo arriva l’1-2 grazie a Greggio che si libera al limite dell’area, laascia partire un tiro che si infila sotto la traversa della porta di un incolpevole Vezzoli. La rete galvanizza i padroni di casa che 3 minuti dopo pareggiano; ennesimo lancio lungo, questa volta sulla destra, Greggio entra in area e trafigge ancora Vezzoli con un bel diagonale. L’Arona reagisce prontamente e Sacco di testa su cross dalla destra di Barisone, riporta in avanti i suoi. C’è ancora il tempo per vedere una bella parata del portiere verbanese che neutralizza un tiro di Casciana, dopodichè si chiude la prima frazione. La ripresa è di altro livello; nei primi 10 minuti succede pochissimo, l’Arona rischia su un retropassaggio che mette in difficoltà Vezzoli abile a respingere in angolo il tiro ravvicinato del numero dieci di casa. Al quarto d’ora l’Arona fa quaterna; azione che sfonda in mezzo al campo, Mucchi serve Bovi che appena dentro l’area scocca un tiro che fa secco il portiere di casa. Tre minuti dopo Platini con un siluro al volo dai 25 metri relaizza il 5-2. La gara è finisce qui; la Voluntas non ha la forza di ribattere l’uno-due e l’Arona dilaga. Bovi fa 6-2 realizzando la sua tripletta e Mucchi, subentrato nel frattempo a Maragliotti, realizza la sua doppietta personale, portando il bottino dei due attaccanti a 34 goal totali. L’Arona non si ferma, il Bellinzago fa lo stesso, sbancando Oleggio, mentre il Gravellona fa un mezzo passo falso pareggiando a San Maurizio, rimanendo a 6 punti dai Romanello boys. La sfida per la vittoria finale sembra quindi essersi ridotta a due squadre, con azzurri aronesi e giallo blu bellinzaghesi che si affronteranno in scontro diretto il prossimo 8 marzo sul sintetico di via Montenero. (contributo di Daniele Sacchi)

Under 16: Con tre gol sul campo del Varallo e Pombia (rete di Terrini e doppietta di Rossi) prosegue il bel campionato dell’under 16. Questa vittoria non cambia gli equilibri in testa alla classifica, ma sono la conferma delklo stato di salute della squadra. Prossima sfida in casa con la Varzese.

Under 15: Con un perentorio 2-0 (reti di Amaro e Cerri) l’Arona regola il S.Francesco e sancisce in modo quasi definitivo la loro uscita dalla corsa per il titolo. Rimane in corsa solo il Fomarco, lontano sei punti ma con una partita da recuperare.

post

Dormelletto – Arona 1-4

Il derby era cominciato nel modo peggiore. Neanche il tempo di capire gli schieramenti in campo che il Dormelletto passava in vantaggio grazie ad un ubriacante slalom di Paganini, finalizzato con un gran tiro da Martella.

Davanti a questo scenario la squadra ha reagito alla grande: non ha perso la calma e ha ripreso la partita come se nulla fosse successo e si fosse ancora sullo 0-0.

E’ stato così che piano piano la partita è stata rimessa in piedi e piano piano l’Arona ha preso campo fino a quando, al 39° del primo tempo, Pappalardo guadagnava un calcio di rigore grazie alla sua furbizia e velocità nell’approfittare di un errore del portiere avversario Bertolio.

Ravetto calciava dal dischetto, il portiere intuiva, ma la sorte restituiva all’Arona quello che gli aveva tolto sette giorni prima. Si andava quindi negli spogliatoi sull’1-1.

Dopo il riposo, di fatto, era solo l’Arona a rientrare in campo. Per qualche motivo, infatti, il Dormelletto non riusciva a rientare in partita, con la conseguenza del dilagante crescendo dei ragazzi di Mister Ragazzoni.

Nel secondo tempo l’Arona andava a rete altre tre volte con Vergadoro, Gianluca Romano direttamente su punzione e poi ancora Vergadoro, facendo sua la posta in palio.

Dagli altri campi arrivavano risultati positivi per l’Arona. Nessuna delle ultime otto in classifica ha vinto ed il pari tra Sizzano e Vogogna contribuisce ad accorciare notevolmente le distanze con l’ultimo posto utile per la salvezza diretta.

Ora il compito è quello di dare continuità al momento positivo nel prossimo impegno casalingo con il Valduggia che occupa il nono posto in classifica, ma non attraversa un buon momento (solo 3 punti nelle ultime 5 uscite.

Per la statistica: l’ultima volta che l’Arona ha segnato almeno 4 reti risale al 22 gennaio 2017 (Arona – Omegna 5-0, anche in quel caso doppietta di Vergadoro).

post

Keep Calm…

La sfortuna è tornata a bussare alla porta dello spogliatoio dell’Arona e si è portata via almeno un altro punto dalla nostra classifica.

E di sfortuna possiamo parlare a buona ragione, perché è indubbio che l’Arona, contro il Bianzè, avrebbe meritato almeno il pari, ma stava provando a vincerla la partita quanto, a pochi minuti dal termine, la squadra ospite ha finalizzato con la seconda rete il terzo tiro in porta della partita.

Ma è inutile piangere sul latte versato, anche se l’occasione era davvero ghiotta, ed occorre subito concentrarsi sulla trasferta di domenica, che ci vede sul campo del Dormelletto, che al momento occupa il primo posto della zona play-out, con 5 punti di vantaggio.

La classifica è chiara e non c’è bisogno di girarci troppo intorno: il Dormelletto sa che se dovesse vincere la partita andrebbe a più otto, allargando il divario fino a quella misura che al termine del campionato vorrebbe dire (per loro) salvezza senza spareggio.

E questo da solo è già un ottimo motivo per far capire che, nonostante le assenze dovute ai due cartellini rossi, il Dormelletto ci affronterà con il massimo della grinta e della volontà che gli saranno possibili.

Stessa grinta e volontà, e se possibile ancora maggiore, dovrà allora dimostrare la squadra di Mister Ragazzoni, perché questa trasferta è di sicuro un crocevia importante, forse determinante sulla strada della nostra salvezza.

Il modo con il quale è arrivata la sconfitta con il Bianzè potrebbe aver lasciato qualche strascico, ma una attenta analisi degli ultimi risultati, ed una valutazione oggettiva della prestazione, devono essere di assoluto conforto per tutti i ragazzi.

La posizione in classifica è bugiarda e tocca soprattutto a loro rimetterla a posto.

Non non gli faremo mancare il nostro caldo supporto.

post

Arona-Bianzè: presentazione

La terza finale del girone di ritorno vedrà l’Arona misurarsi con il Bianze, squadra che la precede immediatamente in classifica, con un solo punto di vantaggio.

L’occasione di lasciarsi indietro un’altra concorrente diretta nella corsa salvezza è troppo ghiotta per non pensare alla possibilità di coglierla oggi stesso.

In più, guardando il calendario di giornata, Dormelletto e Sizzano sono impegnate in due trasferte difficili (rispettivamente Vigliano e Bellinzago) e pertanto è davvero concreta la possibilità di accorciare ulteriormente la distanza dalla salvezza diretta.

Ma vediamo chi è il nostro avversario odierno e come arriva alla partita di oggi, che anche loro affronteranno con la massima determinazione.

Il Bianzè ha 15 punti in classifica, frutto di un record di 3 vittorie, 6 pareggi e 8 sconfitte. Il 75% dei loro punti arriva da partite casalinghe. Fuori dalle mura amiche hanno raccolto solo 4 punti (4 sconfitte e 4 pari, tutti nelle ultime 4 uscite).

Se si escludono le partite giocate a Dormelletto e a Santhià, in trasferta sono sempre riusciti a segnare almeno un gol. In fatto di marcature la loro punta di diamante è Luca Porcelli, autore di 6 reti, che però guarderà la partita dalla tribuna, essendo stato espulso domenica scorsa durante la sconfitta interna con il Vigliano.

Secondo la classifica dello stato di forma il Bianzè è penultimo (3 punti nelle ultime 5 partite) e non vince da otto partite (ultima vittoria il 10/11/19 in casa con il Sizzano)

L’Arona invece nelle ultime 5 gare ha guadagnato 8 punti ed è in serie positiva da 4 partire (due vittorie casalinghe e due pari esterni).

Quella di oggi si presenta come la tipica partita aperta ad ogni risultato perchè, guardando la classifica, il pari non servirebbe a nessuno.

E considerata l’importanza della posta in palio, non ci sono scuse per non andare al Valerio Del Ponte e tifare, soffrire e (speriamo) gioire con i nostri ragazzi, fino al fischio finale.