Facciamo il punto

Il confronto con la capolista ha segnato una battuta di arresto nella rincorsa dell’Arona verso l’aggancio della posizione in classifica che sancisce la salvezza diretta.

Gli effetti negativi della sconfitta per tre a zero, fortunatamente, sono stati mitigati dal fatto che gli immediati inseguitori (Dormelletto e Bianzè) hanno perso e il Piedimulera ha pareggiato.

Il divario con l’undicesimo posto è aumentato di solo un punto (da 4 a 5) a causa della vittoria del Santhià in casa del Sizzano. Adesso è quest’ultima squadra ad occupare l’ultima posizione utile della classifica e ad assumere la figura della lepre che tutti vogliono raggungere.

La prossima domenica il campionato rimarrà fermo a causa dell’emergenza Coronavirus, e ciò fornisce l’occasione di tracciare un primo bilancio di quanto è successo nelle prime sei giornate del girone di ritorno, almeno per quanto riguarda la corsa verso la salvezza.

La prima cosa che viene da pensare, guardando la classifica, è che ormai può dirsi che la questione salvezza riguarda, al massimo, le squadre dal Santhià in giù. Quindi le ultime otto della classifica.

La classifica delle ultime sei partite, di queste otto squadre, è la seguente: Arona 10 punti, Vogogna 8, Santhià 7, Piedimulera 5, Bianzè, Dormelletto e Sizzano 4, Valduggia 3.

Ciò dimostra che l’Arona attraversa un momento assolutamente positivo ed evidenzia il momento di difficoltà che attraversano Sizzano e Valduggia.

Un’altra cosa da tenere in debita considerazione è che i punti dell’Arona vengono quasi tutti da scontri diretti (tre vittorie e una sconfitta), in quelle partite che, come si dice spesso, valgono doppio.

Nel girone di ritorno sono stati giocati dieci scontri diretti che hanno determinato questi risultati (media punti a partita): Arona 2,25; Bianzè e Vogogna 2; Dormelletto 1,5; Piedimulera 1,33; Santhià 1; Sizzano 0,5; Valduggia 0.

Dove l’Arona dovrà migliorare adesso è nel guadagnare punti nelle partite contro squadre che occupano la prima metà della classifica, dove può, a questo punto, fare davvero la differenza ed agganciare, finalmente, la benedetta undicesima posizione in classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *