Arona – Vogogna 2-0

Dice un antico proverbio cinese: “Un lungo cammino inizia sempre con un piccolo passo”.

E il primo passo nel lungo cammino verso la salvezza l’Arona lo ha fatto nella direzione giusta.

Servivano risposte ed è arrivato un bel segnale perché, al di la del risultato, che era importantissimo, si è visto un bell’atteggiamento di squadra che sta crescendo non solo nel rendimento dei singoli, ma anche come collettivo.

Il Vogogna ha resistito 60 minuti, ma l’Arona ha avuto pazienza. Ha continuato a costruire gioco provando a testare la difesa ossolana da tutti i lati, fino a quando Gessa ha sfondato centralmente, saltando l’avversario diretto, e finendo travolto dal portiere avversario che uscendo di pugni ha colpito sia la palla che la testa del giocatore aronese.

Il calcio di rigore che ne è seguito ha sbloccato il risultato, ed ha anche “alleggerito” il cuore dei nostri ragazzi che hanno continuato a premere in cerca del gol-sicurezza, arrivato al 29’ dal giovane Salviato.

Un’altra bella sorpresa arrivava alla fine della partita, guardando i risultati degli altri campi: delle ultime sei in classifica solo l’Arona stava festeggiando i tre punti. Adesso, con la classifica un po’ più corta, si può pensare al prossimo impegno casalingo contro il Santhià, squadra che alla prima di campionato si era fatta trovare fisicamente già pronta, superandoci per 2-0, ma che fuori casa ha collezionato solo 4 punti e 5 sconfitte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *