Si comincia a fare sul serio

Non ce ne vorrà il Dormelletto, che ci ha provato convintamente a ribaltare il risultato dell’andata di coppa, ma è dovuto uscire dal terreno di gioco di Via Monte Nero con un altro, immeritato, pugno di mosche.

Ma la coppa Piemonte è un’altra cosa dal campionato ed è inevitabile che le squadre che non hanno ambizione di vincerla, la utilizzono come un test importante per misurare la gamba.

Ma appunto test rimane, ed è il campionato il vero, unico momento nel quale si comincia a vedere la graduatoria dei valori sulla quale si dovranno costruire un anno di sacrifici.

Per quanto riguarda la coppa, la archiviamo senza aver avuto risposte precise.

Vanno certamente bene le sette marcature (e ben tre reti di Pappalardo: complimenti), ma la difesa de Dormelletto non può essere giudicata da questi 180′.

Inoltre c’è da capire come mai l’Arona abbia preso gol nel primo minuto per ben tre volte. In campionato queste cose si possono pagare a caro prezzo.

E’ di conforto comunque vedere che c’è stata sempre la capacità di reagire a tutte le situazioni, e che sia tutto sommato emersa una solidità complessiva della squadra sulla quale il mister ha la possibilità di lavorare.

Ha ragione da vendere Mister Ragazzoni quando dice che dobbiamo ricordarci dove eravamo l’anno scorso: la chiusura del campionato è arrivata quando l’Arona era in zona play-out, ed è bene avere l’umiltà di sapere che ogni punto necessario alla salvezza potrà essere guadagnato solo se sapremo giocare con umiltà e determinazione.

E dando una occhiata alla classifica dello scorso anno, il Bianzè era due punti sotto, ma era comunque riuscito a strapparci l’intera posta in casa interrompendo la serie positiva che ci stava permettendo di uscire dalle secche della parte bassa della classifica.

Insomma, ci sono le premesse per una bella partita, che non sarà solo la prima di campionato.

Forza ragazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *